Domenica di inizio estate.

Ed eccomi finita la settimana di inizio estate al mare ricominciano le mie domeniche in piscina. Oggi è una bella giornata ventilata, sono sola sotto il mio solito ombrellone, area VIP 😂😂 mio marito me lo riserva appena arriva, sola ma non troppo, mi piace stare sola riposo il cervello, saluto i signori vicini di ogni estate, dai cominciamo questo duro lavoro della tintarella. 

Oggi ho al mio fianco una bella famiglia di sordo muti, sono rapita dal loro gesticolare, e lo so qualcuno dirà parla sempre della stessa cosa, ma il mio primo pensiero va alla mia Gina, la mia gatta sorda che vive nel suo mondo di luci e ombre che rincorre in continuazione come fossero mosche. Detto ciò, sono tre donne con circa 5 tra bambini e ragazzi e tutti “parlano” a voce bassa qucuno gutturale ma anche chi parla gesticola in continuazione e mi chiedo come fanno con pochi segni e il movimento delle labbra a capire ogni piccola sfumatura di un discorso? La mia curiosità del voler sempre sapere mi porterebbe a sedermi con loro a chiedere ma mi limito ad osservare purtroppo…

La domanda che mi spunta in mente, siamo noi, i normodotati ad essere strani, si ne ho certezza siamo proprio noi con l’illusione dell’esserci diciamo evoluti elettronicamente a comunicare per cellulare, messaggi faccine parole troncate ad esserci fermati. Mentre chi per poter comunicare devo farlo per forza anche fisicamente ha più possibilità di non aver perso il senso della comunicazione con gli occhi, la bocca e le mani, perché il contatto visivo e fisico è la forza, la forza di tutto.

Ros